ti trovi in: Governo Berlusconi ╗ Una scuola che cresce
Scuola: l'attuazione della riforma

 L'approvazione in via definitiva da parte del Consiglio dei Ministri il 14 ottobre 2005 del decreto sul secondo ciclo di istruzione completa il quadro degli atti normativi attuativi della legge n. 53.

punti qualificanti:

  • Investimento sull'istruzione e formazione dei giovani
  • Articolazione unitaria del sistema
  • Potenziamento della libertà di scelta degli studenti e delle famiglie
  • Flessibilità strutturale e personalizzazione educativa, metodologica e didattica dei percorsi
  • Valorizzazione della professionalità docente
  • Potenziamento della competenza nella lingua inglese ed in una seconda lingua europea
  • Integrazione tra teoria e pratica
  • Sviluppo delle conoscenze relative all'uso delle nuove tecnologie
  • Valutazione nazionale degli apprendimenti e valutazione di sistema
  • Razionalizzazione dei percorsi sperimentali in atto nella scuola secondaria di secondo grado

Sistema liceale

  • i licei hanno una durata di 5 anni, si articolano in 2 + 2 + 1, si concludono con l'esame di Stato.
  • L'ammissione al 5° anno dà accesso all'istruzione e formazione tecnica superiore.
  • È specificato l'asse culturale proprio di ciascun liceo (artistico, classico, economico, linguistico, musicale e coreutico, scientifico, tecnologico, delle scienze umane).
  • La determinazione dei livelli di flessibilità è rimessa all'autonomia delle scuole, alla scelta degli studenti e delle famiglie ed al raccordo con il territorio.
  • È obbligatoria da parte dello studente la frequenza di ¾ dell'orario annuale ai fini della validità dell'anno scolastico.
  • L'esame di Stato si attua con prove sia nazionali sia di istituto, coerenti con il Profilo educativo culturale e professionale e agli obiettivi specifici di apprendimento del corso.

Istruzione e formazione professionale

Vengono indicati i livelli essenziali di prestazioni; quelli maggiormente qualificanti riguardano che riguardano:

  • l'offerta formativa
  • l'orario minimo annuale e l'articolazione dei percorsi formativi
  • gli obiettivi generali e il profilo educativo, culturale e professionale comune al sistema dei licei;
  • gli standard minimi dei percorsi formativi
  • la prosecuzione degli studi e della formazione a livello terziario
  • i requisiti dei docenti
  • il certificato di qualifica professionale e il diploma professionale

Processo di attuazione

L'attivazione delle prime classi dei percorsi liceali e del primo anno dei percorsi di istruzione e formazione professionale avverrà dall'anno scolastico e formativo 2007-2008.

  • Circa i percorsi liceali, per la definizione di alcuni aspetti specifici, è necessario procedere mediante provvedimenti del Ministro dell'Istruzione, sentita la Conferenza Unificata Stato-Regioni.
  • Circa i percorsi dell'Istruzione e Formazione Professionale ciascuna Regione adotterà una specifica disciplina nel rispetto dei livelli essenziali e previa definizione di taluni aspetti con accordi in Conferenza Unificata.

[Fonte: comunicato stampa del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca]